Legami ininterrotti


Racconteremo di un quadro, di un ritratto nello specifico, che è stato dipinto dall’artista Giovanna Alessandrini, pittrice romana vincitrice, tra gli anni ’80 e ’90, di numerosi premi e particolarmente abile proprio nella ritrattistica, visto che – a detta di coloro che posseggono almeno una delle sue opere – riesce a cogliere “l’anima” del soggetto rappresentato.

Sin dall’inizio, la nostra protagonista aveva trovato inspiegabili difficoltà nel dare vita alla sua nuova opera, eppure aveva accettato con entusiasmo la richiesta del padre del bambino morto in un incidente non molto tempo prima. Si trattava, in fondo, di consegnare ai genitori del piccolo un ricordo vivido del bambino, e questo per lei era la cosa davvero più importante. Poi, dopo lungo penare, il lavoro era giunto al termine e con ottimi risultati, ma proprio allora, quando tutto sembrava finalmente a posto, accadde l’imprevedibile…

Seguite il breve racconto dell’artista in persona e scoprirete in cosa fu coinvolta…

Buona visione!

E.A. – V.G.

 


Riprese video:
– Canon EOS 5D Mark II, con zoom Angenieux 35-70 mm
– Canon EOS 5D Mark II, con zoom Canon 24-105 mm
– Canon EOS 650D, con zoom Canon EF-S 17-55 mm
Riprese audio: Tascam DR-100 MKII
Luogo: Italia, Fonte Nuova (Roma)
Girato il 6.07.2014
Canzoni: Henrik Neesgaard, “Eerie Atmospheres 2, 5, 6” e Jonatan Järpehag, “Small String Sessions 7” (www.epidemicsound.com)

1,384 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *