Archivio tag: Tascam DR-100 Mk II

News – Website’s update: “Run away right now…”


Here we are with a new publication!

We will present you a new and intriguing story of Mrs. Concettina Iezzi – you have already seen her in “The invisible hand” -, and Father Emidio Alessandrini has interviewed her.

"The incoming voice" (Canon EOS 5D Mark II, with Canon 24-105mm zoom - Fonte Nuova, 2014)This new video-interview has been entitled “Run away right now…” (for a direct access, click here). Concettina will tell us what happened to her when she was 10 or 11 years old and lived in Naples. The World War II was still going on and one day in December, while she was queuing at the Post Office in order to get a letter for her cousin, she clearly heard a voice that told her to immediately run away. So Concettina started running away and once she got around 50 meters far from there, she saw…  

Well, to know how the story of Concettina ends, don’t miss watching our video and don’t forget to post a comment. Moreover, let us know similar stories, in case you have any…

Enjoy it!

E.A. – V.G.

News – Aggiornamento del sito: “Scappa subito…”


Eccoci con una nuova pubblicazione!

Vi proporremo una nuova ed intrigante storia della signora Concettina Iezzi – già conosciuta in “La mano invisibile” -, intervistata da Padre Emidio Alessandrini.

"La voce in arrivo" (usata Canon EOS 5D Mark II, con zoom Canon 24-105mm - Fonte Nuova, 2014)In “Scappa subito…” (per accedere direttamente, clicca qui), Concettina ci racconterà quello che le accadde quando aveva tra i 10 e gli 11 anni e viveva a Napoli. C’era ancora la guerra ad imperversare ed un giorno di dicembre, mentre si trovava in fila all’Ufficio Postale per una commissione per sua cugina, sentì chiaramente una voce che le gridava di scappare subito via di lì. Allora, senza pensarci due volte, Concettina si mise a correre e, arrivata a circa 50 metri di distanza, vide… 

Beh, per sapere come finisce la storia di Concettina, non perdetevi il nostro video e non dimenticate di lasciarci un vostro commento, magari raccontandoci, se ne avete, storie simili…

Buona visione!

E.A. – V.G.

News – Aggiornamento del sito: “Comunicare prima di Internet”


Un po’ di attesa ma eccoci giunti ad una nuova pubblicazione!

Questa volta, vi presenteremo un’interessante video-intervista fatta da Padre Emidio Alessandrini alla signora Maria Cristina Venanzoni: “Comunicare prima di Internet” (per l’accesso diretto alla nuova pagina, cliccate QUI).

"La Speranza" (Panasonic, DMC-GH4 - Fonte Nuova, 13.12.2015) Maria Cristina ci racconterà di un sogno “inusuale” da lei fatto, nel quale vide la madre di una sua cara amica, molto malata di cancro. La signora, che nel sogno appariva completamente ristabilitasi, cominciò a raccontarle tutte le preoccupazioni che l’affliggevano. Ma cosa venne a sapere Maria Cristina non appena ebbe modo di telefonare all’amica? Lo scoprirete guardano il nostro video…

Buona visione!

E.A. – V.G.

News – Aggiornamento del sito: “Con le mie pantofole”


Cosa andremo a pubblicare, questa volta, sulla nostra “vetrina virtuale”?

Vi presenteremo un’interessante video-intervista che – ne siamo sicuri! – troverete davvero coinvolgente: “Con le mie pantofole” (per l’accesso diretto alla nuova pagina, cliccate QUI). Si tratta del racconto di un sogno inconsueto, il primo di una serie di racconti della signora Carolina Fabiano.

Con le mie pantofoleCarolina, diversi anni fa, sognò la nonna Maria, morta anni prima. La nonna la invitò a portare un messaggio al padre, suo figlio, invitandolo a smettere di bestemmiare. Poi, la nonna la salutò, dicendole che il suo tempo con lei era finito, ma le disse anche qualcosa che, nel sogno stesso, le sembrò alquanto strano.

Cosa successe il giorno seguente quando Carolina incontrò il padre e gli raccontò quel sogno? Il padre si convinse o meno della veridicità di quell’incontro da lei avuto con l’anima della nonna? Lo scoprirete guardano il nostro video…

Buona visione!

E.A. – V.G.

News – Aggiornamento del sito: Ti amerò oltre la morte

Eccoci con una nuova pubblicazione!

Abbiamo scelto il periodo di Pasqua non a caso, perché vogliamo raccontarvi una bellissima storia d’amore. Ebbene, di cosa si tratta nello specifico? Nella sezione “Un ponte con l’Aldilà”, troverete la nuova pagina “Ti amerò oltre la morte” (per accedere direttamente, clicca qui).

"I due mondi" (usata Canon EOS 5D Mark II, con zoom Canon 24-105mm - Roma, 2014)

Potrete seguire il primo racconto della signora Raffaella Raffaelli, insegnate di religione per un breve periodo della sua vita, che ci riporterà a circa sette anni e mezzo fa, giusto due mesi dopo la morte di suo marito Carlo. Raffaella ci racconterà quello che le accadde una mattina, quando la sua nipotina, di appena tre anni, che stava giocando nella sua stanza, si presentò improvvisamente da lei portandole un biglietto con una frase in latino, scritta a mano: “TE DILIGERE NON INTERMITTAM” (non cesserò di amarti)…

Non perdetevi questa breve storia, che ha l’indubbia caratteristica di saperci trasportare ben oltre le parole utilizzate per raccontarla… La morte non è la fine di tutto, e l’amore avrà sempre l’ultima parola!…  

Lasciateci un vostro commento e raccontateci storie simili, se ne avete.

Buona visione!

E.A. – V.G.

 

News – Aggiornamento del sito: Saluti finali

Eccoci con la nostra prima pubblicazione del nuovo anno! Un po’ di giorni di attesa dal nostro precedente rilascio a fine 2014 ma crediamo che, una volta che avrete visto quello che abbiamo pensato per voi, ci darete atto che è valsa la pena aspettare un po’. Ebbene, di cosa si tratta? Al percorso “Finestre sul futuro” > “Defunti rivelatori troverete la nuova pagina “Saluti finali” (per accedere direttamente, clicca qui).

"La Speranza" (Porto Ercole - Spiaggia della Feniglia, foto di G. Cheli con Samsung Nexus, 2014)Qui potrete seguire il secondo racconto della signora Giovanna Alessandrini, insegnate in pensione nonché validissima pittrice, che ci riporterà a circa dieci anni fa, quando la nostra protagonista assisteva un’anziana signora di più di ottant’anni, cieca, molto malata e costretta a stare su una sedia a rotelle.

Non perdetevi l’occasione di seguire questa breve storia, così carica, però, di significato e profondamente consolante, anche per chi si trovi, eventualmente, in un momento di grande sofferenza personale o famigliare… La morte non è la fine di tutto! L’amore ha sempre l’ultima parola!…  

Lasciateci un vostro commento e raccontateci, se ne avete, storie simili, sarà un servizio che farete per tutti.

Buona visione!

E.A. – V.G.